fbpx

Press > Press


24 Giugno 2022

Popolare di Bari, si apre qualche spiraglio per gli azionisti

Oggi 22 giugno i vertici di Mediocredito hanno incontrato le associazioni che li rappresentano.

I cartelli all’esterno della sede della Banca Popolare di Bari fanno capire che la tensione è tornata a salire tra i risparmiatori azionisti.

Tre associazioni che si riuniscono sono state convocate per un incontro con Bernardo Mattarella, vertice di Mediocredito centrale, e il presidente di bpb Massimiliano Cesare. Un’ora negli uffici per discutere la situazione di 70000 persone; poi i rappresentanti delle associazioni escono e si apre uno spiraglio. L’Avv. Carrieri, a capo dell’Associazione Azionisti Banca Popolare: ” l’Amministrtatore delegato ha detto che l’ipotesi dell’OPA obbligatoria, cioè l’acquisto delle azioni dei soci da parte di Mediocredito Centrale, sia un’ipotesi praticabile. Lo dobbiamo approfondire, riunirci e verificare se questa strada è quella che porterà la soluzione di questa problematica però c’è stato uno spiraglio, un’apertura in questo senso”

Ci vorrà anche la volontà politica, spiega il comitato indipendente, ma la possibilità che le azioni vengono acquistate, se pure a un prezzo non alto, c’è. Il che vorrebbe dire chiudere anche le 3000 cause civili che pendono davanti al tribunale di Bari. Domenico Romito, Ass. avvocati dei consumatori: “Noi abbiamo posto con una certa forza la questione delle cause pendenti, che sono numerose e che anche su sollecitazione del Tribunale devono avere una risposta. Ci auguriamo che questa risposta sia concreta e sia abbastanza rapida”.

Fonte: TGNorba 24 – Servizio di Giovanna Bruno

Video completo qui: http://www.norbaonline.it/ondemand-dettaglio.php?i=129441#.YrN2QqMUeLE.whatsapp



Condividi: